Alle stanze Ulivieri incontro con l’argentina Graciela Rostom storica figura del tango

Da Buenos Aires a Firenze, passando per Londra, Parigi, Tokio e Tel Aviv. Graciela Rostom, figura storica nel mondo del Tango argentino in Toscana, sarà A Montevarchi da martedì 30 ottobre alle Stanze Ulivieri in veste di direttrice didattica dell’Accademia di Tango inaugurata da alcune settimane.


Insieme ai ballerini ufficiali dello staff seguirà il corso delle 20.30 e quello successivo. Si tratta di una ballerina, maestra e coreografa argentina di lungo corso, conosciutissima per la sua instancabile attività artistica e didattica. Graciela Rostom ha accettato l’ invito degli organizzatori locali (IPA). Da oltre 30 anni nel settore, insegna e dirige Buenos Aires Tango a Firenze, è responsabile del settore DANZA UISP (Firenze) e Direttore Artistico delle Rassegne Danza Uisp annuali.

É inoltre membro dell’International Dance Council (CID), l’organizzazione della danza nel mondo, riconosciuta ufficialmente dall’UNESCO, dai governi e istituzioni nazionali ed internazionali, fondata nel 1973 a Parigi.

Graciela, ha accettato questo incarico perché le è piaciuto come è stato concepito il progetto e come si intende svilupparlo nei prossimi mesi. Secondo gli organizzatori Le Stanze Ulivieri sono poi il luogo ideale per la pratica del Tango e ci sono tutte le premesse che questa iniziativa possa diffondersi in tutto il Valdarno.


L’INTERVISTA - Montevarchi. Stanze Ulivieri.


Il Tango, come filosofia di Vita. Incontro a tu per tu con l’argentina Graciela Rostom, figura storica del settore, dal 30 ottobre direttrice didattica dell’Accademia di Tango argentino.


Graciela, lei è tra le figure più conosciute del settore e da sempre impegnata per la diffusione del tango e della cultura argentina in Italia. Come è arrivata in Valdarno?

Ho accettato questo incarico proposto dagli organizzatori, figure esperte e di lungo corso, perché, mi è piaciuto come hanno concepito il progetto, come è stato presentato alla città e come intendono svilupparlo.

Cosa è per lei il Tango?

Per gli argentini, il tango è parte della nostra storia, della nostra cultura e del nostro modo di vivere. Il tango è un modo di pensare, di sentire e raccontarsi. Il tango è musica, poesia, danza. Una espressione popolare che è arrivato ai più alti livelli artistici grazie alla bravura e alla qualità di tanti musicisti, poeti e ballerini che lo hanno reso celebre in tutto il mondo.

Il tango è un ballo di coppia ed è fondamentale essere in due per ballarlo. Cosa consiglia a chi vuole iscriversi ed è senza partner?

Di provare senza esitare! Il tango è un ballo sociale, una forma di comunicazione, bisogna essere disposti a dialogare con l’altro, a mettersi in gioco e ad accettare le regole di quel gioco. I corsi sono aperti a tutti e non ci si deve preoccupare di essere soli. Anzi, il Tango diventa l’occasione buona per conoscere nuove persone in maniera facile e spontanea, interessate anche loro a trovare il proprio partner per il ballo.

Il successo mediatico che il tango ha avuto grazie alla filmatologia Hollywoodiana ha avvicinato tantissimi ragazzi tra i 20 e i 30 anni.

È proprio così. Nei corsi di Tango si trovano allievi di tutte le età. Da 20 anni fino a 70 anni. La fascia più numerosa è quella di mezzo. Tutti appassionati nell’indossare le scarpe, tirarsi a lucido e iniziare a muovere i primi passi verso la Milonga. Qui a Montevarchi la Milonga viene organizzata una volta al mese, sempre di sabato.

Quale messaggio vuole dare a tutti i residenti che non sanno ballare il tango ma ne sono incuriositi?

Consiglio a tutti di provare senza troppo pensarci!. Ogni martedì, ci si può presentare, meglio con una telefonata di preavviso alla Segreteria, per assistere alle lezioni e magari provare direttamente. Per scoprire il mondo del tango è poi fondamentale partecipare anche alle milonghe serali, l’Accademia presenterà una Milonga serale tutti i mesi, e colgo l’occasione per ricordare a tutti che il tango non è solo per essere ballato da chi lo sa ballare ma è fatto anche per essere ascoltato e guardato! Ci sono poi i ritrovi e le cene sociali organizzati dall’Accademia, stare insieme agli altri fa bene. La Milonga è il momento più bello dove tutti i tangheri, sia esperti che meno esperti, si ritrovano.

Quale è la frase che scherzosamente ama ripetere ai suoi allievi da vera tanguera?

“Voi avete scelto il tango. Adesso bisogna vedere se il tango sceglierà voi!”

Accademia di Tango

  
ITALIA
PERFORMING
ARTS 

  Orari di Segreteria:
14.30 - 19.30
  +39 348 6976052
Sempre in contatto
  Piazza Garibaldi, 1
Montevarchi (Arezzo)